Nei gatti di taglia piccola, il peso, come in tutte le razze di animali, varia notevolmente a seconda di fattori ereditari e del sesso del felino: se è femmina, tendenzialmente il peso e la taglia saranno inferiori rispetto agli esemplari maschi. Con il termine “piccola taglia” associato ad un gatto, parliamo di razze di felini che non superano i 3 chilogrammi di peso e che, nei casi più estremi, si attestano ad 1-1,5 chili anche durante la fase adulta.

Qual è la razza di gatti più piccola al mondo?

razze gatti piccoli
Ne esistono 3 che hanno un peso medio di 2 – 2,5 chili, ma solo una riesce ad avere esemplari anche sotto questa cifra, con i casi più estremi con peso che si avvicina ad 1-1,2 chili: si tratta della razza Skookum, che può fregiarsi del titolo di “razza di gatto più piccola al mondo“.

Originaria dell’America del nord, si tratta di una razza molto giovane, sviluppata negli Stati Uniti negli anni ’90. La caratteristica fondamentale è il suo bellissimo pelo arricciato, che, unitamente alle zampe molto corte, gli conferiscono un aspetto davvero adorabile e paragonabile al cane bassotto. Si tratta di una razza nata dall’incrocio fra un Munchkin e un LaPerm, altri due dei gatti di taglia più piccola che esistano, che hanno conferito allo Skookum questo tenero e caratteristico aspetto.

singapura

Gatto Singapura

Gatto Singapura Il gatto Singapura è una razza felina originaria di Singapore, da cui deriva appunto il nome. Arrivata negli Stati Uniti nel 1975 grazie ad Hal e Tommy Meadows nel tempo trovarono sempre maggiori estimatori. È attualmente ancora una razza felina rara sebbene si stia diffondendo sempre di più. Leggi tutto…

gatto american curl

Gatto American Curl

Gatto American Curl Il gatto American Curl è noto per le sue orecchie ripiegate all’indietro, una vera e propria peculiarità di questa razza americana. Ecco tutte le caratteristiche e le informazioni per allevare un American Curl. Caratteristiche dell’American Curl Il gatto American Curl è una razza originaria degli Stati Uniti Leggi tutto…

Le caratteristiche dei gatti di taglia piccola

I gatti di taglia piccola, in generale, hanno un comportamento più tranquillo e mansueto rispetto a quelli di taglia più grande: le zampe sono meno sviluppate, i muscoli meno reattivi e “scattanti”, e l’istinto selvatico è meno presente. Sono gatti più domestici rispetto i loro cugini di razze più grandi, e possono essere tenuti anche in spazi piccoli senza che il loro comportamento e la loro natura ne risenta particolarmente. Spesso si è tenuti anche a pensare che questo tipo di gatti di razze piccole abbiano anche dei comportamenti più affettuosi verso i loro padroni: non è, però, detto che l’esemplare che si acquisti abbia queste caratteristiche. Il carattere del gatto, infatti, è una caratteristica personale che travalica i confini delle razze: è una caratteristica che si sviluppa già nei cuccioli di tenera età, e che poi si sedimenterà una volta diventati adulti.
gatti che rimangono piccoli
Piccoli spazi, quindi: i gatti di piccola taglia, pur essendo felini e prediligendo una vita “di corsa” alternata a molte ore di sonno profondo, non hanno bisogno di molti spazi dove sfogarsi. È sufficiente un angolo attrezzato con una palestra per gatti, in cui arrampicarsi e farli le unghie, e in cui potersi rifugiare nei momenti di stress e difficoltà (come ad esempio durante le visite di parenti, o di bambini troppo scalmanati): in questo modo, i gatti di piccola taglia avranno tutto ciò di cui hanno bisogno, oltre ovviamente al cibo e all’affetto dei loro padroni.