Pitbull

Il Pitbull è un cane che viene troppo spesso associato ad aggressività e combattimenti. In realtà è tutt’altro, ha un carattere capace di dare affetto alle persone che ama, compresi i bambini. 

L’American Pit Bull Terrier è una razza riconosciuta solo dalla federazione inglese UKC e dall’ADBA (American Dog Breeders Association), mentre secondo le organizzazioni italiane come FCI ed ENCI non rientra nell’elenco degli animali di razza.

In questo articolo scopriremo le origini del Pitbull, il suo carattere e come poter educare al meglio il cane sin da cucciolo.

pitbull razze

Il cane Pitbull: origini e caratteristiche fisiche

Il cane Pitbull è nato attraverso l’incrocio di due razze inglesi, l’Old English Terrier e l’Old Bulldog. Nel 1800, le prime razze di Pitbull venivano utilizzate come cani da lavoro e successivamente divennero cani da combattimento in inghilterra. Il termine Pit, infatti, significa arena. Per questo motivo, ancora ad oggi, si associa il Pitbull ad un cane molto pericoloso e aggressivo.

Il Pitbull è un cane di taglia medio grande, caratterizzato da una muscolatura compatta e dal portamento molto fiero, forte, agile e veloce. Ha una testa leggermente quadrata e a forma cuneiforme, dal suo viso spiccano una mandibola ben sviluppata e un collo possente.

Le orecchie del pitbull, purtroppo, spesso sono tagliate dai padroni o dagli allevatori.

L’altezza media di un pitbull varia tra i 46 cm e i 54 cm per i maschi e 41 – 51 cm per le femmine. Il peso oscilla fra 16 – 30 kg per i maschi e 13 – 23 kg per le femmine.

Il carattere del Pitbull: sfatiamo il mito dell’aggressività

pitbull carattere

Il fatto che il cane Pitbull sia aggressivo è un luogo comune da smentire! Al contrario, i Pitbull allevati in ambienti emotivamente stabili e affettuosi sviluppano un carattere amorevole e molto dolce. 

Il carattere del Pitbull è molto particolare, questo cane è coraggioso ed estremamente fedele al proprietario. Se integrato sin da cucciolo in una famiglia si presta ad essere un cane di famiglia, perfetto per stare con i bambini. Proprio per il suo carattere dolce e affettivo, negli Stati Uniti il Pitbull è utilizzato nelle terapie di Dog Therapy per aiutare persone affette da autismo. 

Si tratta di una razza che necessita di educazione sin dai primi mesi. Il pitbull è molto intelligente ma anche tanto testardo, regge benissimo lo stress fisico e mentale. Se educato nel modo corretto ascolta e agisce secondo le regole imposte dal padrone.

Le razze di Pitbull: elenco completo

Quando si parla di Pitbull non si fa riferimento ad un’unica razza di cane ma ad un’intera categoria che comprende diverse tipologie di razze, nate da incroci con altri cani di razza:

  • American Pitbull Terrier, pitbull per eccellenza;
  • Staffordshire Bull Terrier, chiamati anche “staffy” pesano fra gli 11 e i 17 kg;
  • American Staffordshire Terrier, conosciuti come “Amstaff” e può arrivare a pesare fino a 35 kg;
  • Bull Terrier;
  • Stuffawler, incrocio creato appositamente per i combattimenti. Il suo peso può arrivare fino a 40kg;
  • Monster Blue, nato dall’incrocio tra il Mastino Napoletano e il Dogue de Bordeaux;
  • Colby, carattere equilibrato e amante dei bambini, necessita di addestramento;
  • Mexican Pitbull, conosciuto anche come Chamuco;
  • Spike, ottimo come animale da compagnia;
  • Red Nose;
  • Cobra;
  • Villa Liberty, animale domestico perfetto perché è fedele, equilibrato e difende la famiglia;
  • Pynat, ottimo come cane da caccia.

La pulizia e l’alimentazione di un pitbull

È buona norma mantenere sempre l’ambiente del vostro cane pulito e organizzato. Deve poter trovare facilmente una ciotola d’acqua fresca per dissetarsi, la giusta dose di crocchette per cani medio-grande, una cuccia per cani comoda dove poter riposare e anche alcuni giochi per cani, adatti alla sua forza.

Il Pitbull quindi ha una conformazione robusta e necessita di livelli medi di proteine, più alti rispetto alle altre razze di cani. Le crocchette e il cibo per un pitbull devono essere adatti a prevenire problemi articolari, una delle malattie genetiche più frequenti di questa razza.